Mission

L’Associazione “Imprenditori per Musile” non ha fini di lucro.

L’Associazione intende realizzare o promuovere iniziative in qualunque settore, atte a valorizzare sotto ogni aspetto ed in ogni forma opportuna le risorse locali, al fine di stimolare uno sviluppo durevole ed equilibrato del territorio del Comune di Musile di Piave, sviluppo fondato sull’attivazione, l’orientamento ed il potenziamento delle forze endogene, economiche, sociali e culturali, nel rispetto e nella salvaguardia dell’ambiente.
L’Associazione ha, in particolare, per oggetto:

  • Sviluppare tra gli imprenditori locali il senso di appartenenza alla Comunità Musilense e la sensibilità alle tematiche e alle iniziative attinenti allo sviluppo locale sotto gli aspetti sociali e culturali, nonché alla salvaguardia dei valori ambientali;
  • Offrire supporto e consulenza ad enti pubblici e associazioni di categoria per la definizione di iniziative e piani di intervento e di investimento a livello locale, correlati ad una strategia globale di sviluppo del territorio;
  • Organizzare e promuovere convegni, studi, ricerche e dibattiti sulle problematiche attinenti allo sviluppo e alla valorizzazione del territorio Musilense;
  • Offrire sostegno, ad iniziative realizzate da altri soggetti senza fini di lucro (enti pubblici ed associazioni di categoria, in particolare), ritenuti idonei a favorire lo sviluppo della comunità locale.
Finalità

L’Associazione può individuare iniziative di particolare interesse e rilevanza per la comunità locale, da proporre agli associati per forme di contribuzione o sostegno dirette da parte del medesimi.

L’Associazione può inoltre svolgere attività complementari ed integrative alle precedenti, quali:

  • L’organizzazione e la rappresentazione di manifestazioni sportive, spettacoli teatrali e musicali, di danza, d’animazione e cinematografici, sia in ambienti pubblici che privati, sia all’aperto che al coperto;
  • L’organizzazione e la promozione di convegni, di fiere, meeting, viaggi, escursioni ed incontri enogastronomici;
  • L’organizzazione di centri di studio ed addestramento e di corsi e attività formative e didattiche;
  • L’attuazione di iniziative di informazione, comunicazione ed editoriali, la stampa e la diffusione di riviste, periodici, libri, opuscoli, ecc., anche attraverso le reti telematiche ed informatiche.